Incapsulamento dell’amianto: perché la rimozione non è sempre l’opzione migliore

Incapsulamento dell'amianto

L’amianto è stato ampiamente utilizzato dal settore dell’edilizia dagli anni ’50 alla metà degli anni ’80 circa per una vasta gamma di applicazioni, la più comune delle quali è l’isolamento ignifugo e l’isolamento. I materiali di amianto in buone condizioni sono considerati sicuri a meno che le fibre di amianto non vengano disperse nell’aria, cosa che accade quando i materiali vengono danneggiati. I rischi per la salute includono malattie tra cui il cancro del polmone, l’asbestosi o il mesotelioma. Perché optare per l’incapsulamento dell’amianto invece che sulla rimozione? Quali sono i vantaggi in questo caso?

La rimozione dell’amianto può sembrare la scelta più ovvia, ma è spesso complicata, costosa e può comportare lunghi periodi di inattività. Al contrario, l’incapsulamento dell’amianto all’interno di un rivestimento protettivo è probabilmente il metodo più sicuro ed economico per la gestione dell’amianto.

Come funziona l’incapsulamento dell’amianto?

Questo processo comporta la copertura dell’amianto con un rivestimento specifico che principalmente:

  • protegge e ripara qualsiasi amianto danneggiato e sigilla tutti i bordi esposti;
  • aumenta la vita utile del materiale;
  • riduce qualsiasi rilascio di materiale pericoloso a causa della degradazione generale;
  • protegge da urti accidentali e graffi;
  • migliora l’aspetto generale del materiale.

Per applicare il rivestimento vengono utilizzati prodotti speciali in poliurea, che in genere devono essere applicati una sola volta. Rispetto ad altri materiali più tradizionali come il poliuretano e gli epossidici, le tecnologie in poliurea offrono un’applicazione veloce e affidabile. Come con qualsiasi trattamento di poliurea, anche l’incapsulamento dell’amianto viene eseguito da personale specializzato, come quello di Poliurea Italia. Per maggiori informazioni sull’incapsulamento dell’amianto o su altri utilizzi della poliurea, non esitate a mettervi in contatto con Poliurea Italia.

 

4 modi per isolare una casa

4 modi per isolare la casa

La maggior parte delle case in Italia, soprattutto nei centri storici, non presentano un isolamento termico ottimale. Queste costruzioni sono state realizzate con muri spessi per garantire un minimo di isolamento ma chiaramente presentano diversi svantaggi, come ad esempio pareti in laterizio troppo sottili. Questo si ripercuote sulla capacità di trattenere il calore durante i mesi più freddi e, viceversa, il fresco durante i mesi più caldi.

Per risolvere questo tipo di problema, per isolare una casa e di conseguenza risparmiare sulla bolletta, è molto spesso necessario investire in alcuni lavori di ristrutturazione. Vediamo quali.

  1. Isolare le pareti

Per farlo, è possibile riempire gli spazi vuoti delle pareti, ad esempio con applicazioni in poliuretano per l’isolamento. Per l’esterno vengono invece di solito utilizzati dei pannelli con fibra minerale.

  1. Isolare il tetto

Se abitate all’ultimo piano o avete una mansarda, è necessario pensare anche all’isolamento del tetto. Anche qui applicazioni in poliuretano per l’isolamento possono fare miracoli.

  1. Cambiare gli infissi

Molto spesso pareti e tetto possono essere isolati nel migliore dei modi, ma il calore o il freddo entrano dai vecchi infissi. È necessario quindi scegliere infissi a taglio termico in modo da non rendere vani gli altri lavori di isolamento dell’abitazione.

  1. Controllare l’aerazione

Chiaramente, in qualsiasi periodo dell’anno, è necessario anche arieggiare i locali. Il consiglio qui è di farlo solamente nei momenti in cui gli impianti – di riscaldamento o l’aria condizionata – sono disattivati. Nello specifico, non esiste un momento particolare della giornata in cui questo processo è raccomandato, ma dipende puramente dalle abitudini del padrone di casa.
Questi e molti altri modi sono consigliati per isolare una casa. Se volete saperne di più non esitate a contattare Poliurea Italia, gli esperti degli isolamenti.

 

Che cos’è il poliuretano a spruzzo

Poliuretano a spruzzo

Il poliuretano è un materiale plastico impiegato per diversi utilizzi, non solo nel settore edilizio e dell’impermeabilizzazione, ma anche nell’industria dell’abbigliamento, soprattutto sportiva, o in quella dei materassi, per non dimenticare il settore automobilistico. Sicuramente però, il settore in cui viene maggiormente utilizzato è quello edilizio, dove questo materiale viene impiegato in differenti formati, fra cui anche il poliuretano a spruzzo, di cui vi parleremo in questo articolo.

Poliuretano a spruzzo: i vantaggi e le caratteristiche

Grazie alle sue caratteristiche, il poliuretano a spruzzo può essere esteso facilmente su diverse superficie, anche molto vaste ed irregolari e la sua bassa conducibilità termica lo rende un materiale perfetto per l’isolamento.

Il poliuretano a spruzzo può essere distribuito attraverso un macchinario specifico. Fra i suoi vantaggi troviamo:

  • maggiore aderenza su qualsiasi tipo di superficie, legno, acciaio, vetro…
  • risparmio del tempo di applicazione e dei costi di manodopera;
  • riduzione dell’impatto ambientale dovuto al suo trasporto.

 

Poliuretano a spruzzo: l’applicazione

L’applicazione di questo materiale non è invasiva. Ciò significa che, se richiesto, è necessaria solamente una piccola interruzione delle attività che normalmente si svolgono sulla superficie che si sta trattando con il poliuretano a spruzzo. Il suo indurimento avviene infatti in pochi secondi ma l’impermeabilizzazione e/o isolamento della superficie sarà davvero ottimale.

Se siete interessati ad avere maggiori informazioni sul poliuretano a spruzzo e sulle sue caratteristiche e benefici, non esitate a contattare Poliurea Italia.

 

Impermeabilizzazione industriale: i diversi metodi

Metodi dell'impermeabilizzazione industriale

L’impermeabilizzazione industriale negli edifici consiste nella formazione di una barriera impermeabile sulle superfici di fondazioni, tetti, pareti e altri elementi strutturali dell’edificio per impedire la penetrazione di acqua attraverso queste superfici. I materiali comunemente utilizzati per l’impermeabilizzazione industriale sono materiali cementizi, materiale bituminoso, membrane in poliuretano ecc.

L’impermeabilizzazione industriale in edifici e strutture è generalmente richiesta per il piano interrato di strutture, pareti, bagni e cucina, balconi, ponti, terrazze o tetti, tetti verdi, serbatoi d’acqua e piscine ecc.

Ecco quali sono i principali metodi impermeabilizzazione per edifici utilizzati nel settore industriale:

 

  • Impermeabilizzazione cementizia
  • Membrana impermeabilizzante liquida
  • Membrana bituminosa
  • Rivestimento bituminoso
  • Membrana liquida in poliuretano

 

L’impermeabilizzazione cementizia è il metodo di impermeabilizzazione più semplice. I materiali per l’impermeabilizzazione cementizia sono facilmente reperibili dai fornitori di prodotti in muratura e sono facili da miscelare e applicare.

La membrana liquida è invece un rivestimento sottile che consiste di solito in un primo strato e in due mani di strati superiori che vengono applicati a spruzzo, rullo o cazzuola. Offre una maggiore flessibilità rispetto ai tipi cementizi di impermeabilizzazione industriale.

L’impermeabilizzazione a membrana bituminosa è un metodo popolare utilizzato per tetti a bassa pendenza.

Il rivestimento bituminoso invece, è un tipo di rivestimento utilizzato per l’impermeabilizzazione, un rivestimento protettivo flessibile in base alla sua formulazione e al grado di polimerizzazione. La sua flessibilità e protezione dall’acqua possono essere influenzate dal grado del polimero e dal rinforzo della fibra.

L’ultimo metodo, l’impermeabilizzazione con membrana liquida in poliuretano, viene utilizzato per le aree piane del tetto esposte agli agenti atmosferici. Questo metodo di impermeabilizzazione è il più costoso.

Il tipo di impermeabilizzazione industriale adeguato deve essere valutato da occhi esperti, per questo Poliuretano Italia mette a disposizione il suo team per consigliare la soluzione migliore.

 

 

 

Come ottenere un isolamento per abitazioni corretto

isolamento per abitazioni corretto

Fatto bene, l’isolamento domestico offre numerosi vantaggi. Aiuta le persone a raggiungere il comfort a un costo inferiore, riduce l’uso di energia e le emissioni di carbonio, aiuta a risolvere i problemi di umidità e muffa che ancora affliggono molte case non isolate, riduce il rischio di problemi di salute legati al freddo e può addirittura aumentare il valore di una casa.

Tuttavia, fatto male, può avere effetti molto negativi. Un isolamento per abitazioni scadente puó provocare problemi di umidità e muffa molto gravi, influendo negativamente sulla salute delle persone e sulla qualità della vita, oltre a causare ingenti danni alla proprietà. Un problema importante in ambito di isolamento per abitazioni è l’incapacità di rendere l’isolamento impermeabile, portando quindi all’accumulo di acqua tra il muro e l’isolamento, di conseguenza creando problemi di umidità e muffa.

Una fonte molto comune di umidità nelle case è la condensazione generata all’interno della casa, dalla respirazione, cottura, asciugatura di indumenti ecc. I rischi di condensa sono più elevati con la diminuzione della temperatura, motivo per cui l’isolamento di un’abitazione ha aiutato a ridurre la crescita delle muffe. Altre strategie importanti sono comunque fornire una ventilazione adeguata, specialmente nelle cucine e nei bagni. Per migliorare la salute e la qualità della vita delle persone, in particolare negli alloggi meno efficienti, i muri solidi devono essere isolati, professionalmente e secondo standard elevati, come quelli di Poliurea Italia. L’isolamento delle pareti è una parte importante del rinnovamento di tutta la casa, specialmente delle proprietà esistenti, per ridurre il consumo di energia e le emissioni di carbonio.

La ricerca e l’esperienza di Poliurea Italia contribuisce alla realizzazione di un isolamento domestico di alta qualità, che andrà a vantaggio sia dei singoli proprietari sia per la riduzione del consumo energetico nazionale.

 

Poliurea Italia: Cose da Sapere e da Fare sulle Impermeabilizzazioni

Impermeabilizzazioni

Quando si parla di impermeabilizzazione, ci sono 5 cose molto importanti da capire e da sapere. Vediamo in questo articolo quali sono:

  • Non ci sono molte aziende che sanno come eseguire un lavoro di impermeabilizzazione correttamente; non esistono infatti molti corsi specialistici o certificazioni apposite. La bravura degli appaltatori deriva dagli anni di esperienza e dalla pratica diretta.
  • La persona media non sa valutare se l’appaltatore sta eseguendo un lavoro corretto o no. E perché dovrebbe? Solo gli esperti del settore, che svolgono questa attivitá a tempo pieno da anni possono dichiararsi degli esperti. Come gli esperti in impermeabilizzazioni di Poliurea Italia che fanno confluire in un’unica realtá le esperienze pluriennali degli applicatori acquisite sul campo.
  • L’intrusione di acqua è, senza dubbio, il costo di riparazione piú importante quando si tratta di strutture con telaio in legno.

Ecco quindi alcuni suggerimenti:

  1. Porsi tre domande fondamentali:
  • Quali sono le mie opzioni?
  • Quali sono i costi associati a tali opzioni?
  • Quali sono i rischi e i benefici per ciascuno?

Una conoscenza approfondita delle risposte, permetterá di stabilire quale tipo di impermeabilizzazione è piú adatta alla situazione. E’ importante assicurarsi di porre queste domande prima di firmare qualsiasi contratto.

  1. Una volta il lavoro è in corso, è importante assicurarsi di capire cosa si sta facendo e perché. L’appaltatore dovrebbe essere contento di spiegare ogni dettaglio per dimostrare che quello che sta facendo è la cosa giusta. Sottolineamo che ciò che viene deciso prima dell’inizio dei lavori a volte non è quello che viene effettivamente realizzato.
  1. Assumere uno specialista in impermeabilizzazione come Poliurea Italia.

 

 

Benvenuto su Poliureaitalia.it

Benvenuto su Poliurea Italia.it

Quando si tratta di impermeabilizzare o isolare una qualsiasi struttura, come anche ponti e viadotti oppure piscine o, ancora, impianti e terrazze, bisogna essere sicuri di rivolgersi al partner giusto.

Nell’edilizia, negli ultimi anni, la poliurea ha conquistato il settore come impermeabilizzante grazie alle sue caratteristiche uniche. Applicato allo stato liquido infatti, in pochi secondi forma una pellicola perfettamente adatta al supporto e che impermeabilizza qualsiasi forma e qualsiasi particolare. Oltre a questo, si tratta di un materiale molto resistente all’abrasione e al passare degli anni e che mantiene nel tempo l’elasticitá iniziale. Il suo rapido indurimento permette di eseguire praticamente nell’immediato le operazioni successive e, in caso di esercizi commerciali, di tenere chiuso il minimo indispensabile. Caratteristica per la sicurezza è poi la proprietá antiscivolo della poliurea che, al contrario di altri materiali, puó essere messa con assoluta tranquillitá in un luogo molto frequentato.

Benvenuto quindi su Poliureaitalia.it dove nei prossimi articoli potrai imparare e conoscere questo materiale piú approfonditamente e capire tutte le sue qualitá. La poliurea è nata negli anni ’60 negli Stati Uniti e veniva usata per costruire parti di automobili come paraurti. Da quel momento ne ha fatta di strada!

Se state cercando il partner ideale nel campo dell’impermeabilizzazione e dell’isolamento o anche solo se volete avere maggiori informazioni, non esitate a contattare gli esperti di Poliurea Italia, i numeri 1 in impermeabilizzazioni.
Benvenuto quindi su Poliureaitalia.it e buona lettura!

Cosa puoi costruire con la poliurea

Cosa puoi costruire con la poliurea? della nostra azienda

Elastomero “imparentato” con il poliuretano, la poliurea e` largamente impiegata nella coibentazione di edifici e altre strutture. Le ottime capacita` isolanti (contro caldo e freddo, rumori e umidita`), rendono infatti la poliurea praticamente onnipresente nell’edilizia abitativa e industriale odierna.

Cosa puoi costruire con la poliurea? nella tua casa

Ecco di seguito qualche esempio di cosa puoi costruire con la poliurea?:

Copertura per tetti piani. Una protezione resistente alla pioggia, ma anche all’azione dei raggi ultravioletti, al vento, al freddo, e agli effetti del tempo. Calpestabile gia` dopo pochi secondi dall’applicazione.

Isolamento termico dei muri perimetrali. Finalizzata al risparmio energetico e al benessere di coloro che abitano l’immobile, una coibentazione in poliurea possiede un potere isolante significativamente maggiore – a parita` di spessore – rispetto alla generalita` delle altre sostanze comunemente impiegate a tale scopo.

Ripristino di guaine. La presenza di guaine in buone condizioni e` un elemento imprescindibile dell’abitabilita` di case private ed edifici pubblici. Quando le guaine mostrano segni di usura, la poliurea puo` servire a ripristinarne l’efficienza.

Cosa puoi costruire con la poliurea? nella tua citta`

Impermeabilizzazione di giardini pensili. Nuova frontiera del verde in citta`, i giardini pensili sono utili ad ammortizzare gli effetti dell’inquinamento prodotto da veicoli e caldaie. E poi… sono una meraviglia per gli occhi! Richiedono, pero`, un’opera di impermeabilizzazione a dir poco ottima. La poliurea, distribuita con erogatori a spruzzo, crea uno strato uniforme privo di giunzioni e fessure – praticamente impenetrabile dall’acqua – che si rivela particolarmente indicato per questo tipo di lavori.

Impermeabilizzazione di viadotti. Il manto stradale e` una superficie particolarmente esposta agli agenti atmosferici e chimici, che possono abradere l’asfalto e infiltrarsi negli strati sottostanti della struttura. Quando si tratta di viadotti e strade sopraelevate, la prevenzione di tali rischi diventa ancora piu` “vitale”. Anche in questo caso, la poliurea risulta una scelta molto efficiente, sia per le elevate prestazioni tecniche sia per la rapidita` di applicazione.

Poliurea per rivestimenti industria navale

L’utilizzo della poliurea in ambito navale

La poliurea per rivestimenti nell’industria navale rappresenta la soluzione perfetta per preservare l’aspetto e la piena funzionalità delle strutture di navi e imbarcazioni, e di ogni altro elemento presente a bordo ed esposto a deterioramento per uso o per l’azione degli agenti atmosferici.

Lo speciale composto che viene spruzzato sullo scafo, sui pontili e su ogni altra superficie che necessiti di protezione, svolge un’efficace azione di salvaguardia nei confronti della salsedine e del contatto diretto con l’acqua. A seconda del tipo di nave su cui viene eseguito l’intervento, l’applicazione si può limitare alle superfici calpestabili e allo scafo, già in ambito cantieristico, oppure può eseguirsi sugli elementi accessori che potrebbero essere soggetti a fenomeni di ruggine e corrosione.

Poliurea per rivestimenti per l’industria navale

Ideale da utilizzare su ponti e pareti esterne, la poliurea può essere utilizzata anche negli ambienti interni. Molto efficace risulta il suo utilizzo su imbarcazioni di media grandezza come gli yacht, anche per proteggere le sedute, in modo assolutamente igienico ed ergonomico.

L’applicazione della poliurea per rivestimenti nell’industria navale rappresenta un’ottima soluzione anche sulle navi cisterna o da carico, per la copertura di vasche e cisterne destinate a contenere diversi tipi di prodotti industriali. Assai diffuso è l’utilizzo della poliurea anche su determinati elementi, strutturali o decorativi, delle navi da crociera.

Impermeabilizzazione e longevità garantite

Poliurea Italia è specializzata da oltre 25 anni nell’applicazione professionale di poliurea a spruzzo in ogni ambito civile e industriale, ivi compresa la cantieristica navale. L’efficacia della poliurea per rivestimenti nell’industria navale è ormai ampiamente comprovata ed è idonea a soddisfare ogni esigenza in termini di conservazione e protezione di superfici ed elementi dell’imbarcazione.

La speciale modalità di applicazione a spruzzo consente di utilizzare questo composto anche su superfici complesse, irregolari e con presenza di elementi che ostacolerebbero la posa di un diverso tipo di impermeabilizzazione. L’omogeneità della superficie trattata rende questo materiale la soluzione ideale per il trattamento di qualsiasi tipo di nave o imbarcazione.

Il poliuretano come isolante termico

ripristino di vecchie guaine

Poliuretano: un materiale isolante versatile e di facile applicazione

Ricorrere ad un isolante termico significa poter risiedere in un edificio caratterizzato dal massimo livello di comfort abitativo, risparmiando sui consumi di combustibile e, allo stesso tempo, vedendo ridursi le emissioni di sostanze nocive.

Tra le diverse soluzioni esistenti, il poliuretano rappresenta una delle più diffuse.

Tale materiale è disponibile sul mercato sia in veste di lastre e pannelli, che sotto forma di poliuretano espanso a spruzzo. Per quanto concerne i pannelli, i consumatori hanno l’opportunità di scegliere tra una vasta varietà di misure, spessori e densità, scegliendo anche se optare per una lastra “nuda”, o dotata di particolari rivestimenti. In edilizia si fa spesso ricorso ai pannelli per pareti, pavimenti ed intercapedini.

I punti di forza del poliuretano come isolante termico

Il poliuretano come isolante termico a spruzzo ha come punti di forza la rapidità del trattamento, la convenienza e la grande versatilità, tanto da essere adottato sia in edilizia industriale che civile. Grazie alla rapidità di reazione è possibile applicarlo senza problemi anche su pareti disposte in verticale; viene infatti il rischio che possa scivolare verso il basso. Tra i diversi materiali sul mercato, il poliuretano come isolante termico garantisce prestazioni migliori a parità di spessore. Questa caratteristica ne favorisce l’impiego soprattutto nel caso di ristrutturazioni, non rendendo necessario rinunciare a preziosi spazi abitativi.

L’adattabilità del poliuretano alle diverse situazioni

Le persone che decidono di fare ricorso al poliuretano in schiuma hanno a disposizione un materiale noto per la sua capacità nel penetrare in modo ottimale in intercapedini, cavità e controsoffitti. In pratica, può essere utilizzato in quelle situazioni nelle quali non è possibile adottare un foglio di materiale isolante. Inoltre, la schiuma si rivela un’ottima soluzione per coibentare tubi del riscaldamento e canaline dell’aria condizionata. Chi desidera affidarsi al poliuretano come isolante termico può rivolgersi a poliureaitalia.it, realtà affermata nel campo dell’isolamento degli edifici.

1 2 11