Come in ogni tipo di impermeabilizzazione, anche nel caso dell’impermeabilizzazione delle terrazze esterne, c’è da tenere presente una regola di base. Questa regola è strettamente correlata con la base del concetto di impermeabilizzazione e dice “Che è assolutamente necessario determinare quali sono i luoghi o punti più colpiti dall’azione dell’acqua e in quali di questi è assolutamente necessario prendere provvedimenti per evitare possibili perdite ed infiltrazioni”.

È vero che è piuttosto difficile determinare esattamente tutti i punti in cui può fuoriuscire l’acqua; ciò porta quindi ad una soluzione molto semplice: per garantire l’impermeabilizzazione di terrazze esterne in modo totalmente efficace è necessario sigillarle completamente. L’impermeabilizzazione di terrazze esterne, di un tetto o di una qualsiasi superficie di questo tipo è un compito che richiede grande conoscenza e una corretta esecuzione in ogni singolo dettaglio.

Il processo di impermeabilizzazione di terrazze esterne consiste in – riassumendo – tre passaggi:

  • Disinfestazione e pulizia della terrazza
  • Rinforzo dei punti a rischio di perdita
  • Posizionamento del foglio/materiale isolante

Il primo punto prevede quindi l’eliminazione di qualsiasi tipo di sporco residuo dall’intera superficie della terrazza. Una volta pulita, è possibile passare al secondo passaggio. I punti più a rischio di perdita solitamente sono:

  • Griglie e tubi di scarico
  • Gli angoli delle terrazze
  • Gli intonaci nei muri
  • Eventuali crepe

Dopo aver sigillato tutti questi punti, è possibile passare al terzo ed ultimo passaggio, dove l’installazione del foglio isolante deve essere eseguita su tutta la superficie della terrazza. Per verificare la qualità della saldatura, deve essere eseguito un controllo finale dopo l’installazione. Chiaramente, per un lavoro di questo tipo, è sempre fondamentale rivolgersi a specialisti del settore, per questo Poliurea Italia è da anni al servizio dei suoi clienti.