La maggior parte delle case in Italia, soprattutto nei centri storici, non presentano un isolamento termico ottimale. Queste costruzioni sono state realizzate con muri spessi per garantire un minimo di isolamento ma chiaramente presentano diversi svantaggi, come ad esempio pareti in laterizio troppo sottili. Questo si ripercuote sulla capacità di trattenere il calore durante i mesi più freddi e, viceversa, il fresco durante i mesi più caldi.

Per risolvere questo tipo di problema, per isolare una casa e di conseguenza risparmiare sulla bolletta, è molto spesso necessario investire in alcuni lavori di ristrutturazione. Vediamo quali.

  1. Isolare le pareti

Per farlo, è possibile riempire gli spazi vuoti delle pareti, ad esempio con applicazioni in poliuretano per l’isolamento. Per l’esterno vengono invece di solito utilizzati dei pannelli con fibra minerale.

  1. Isolare il tetto

Se abitate all’ultimo piano o avete una mansarda, è necessario pensare anche all’isolamento del tetto. Anche qui applicazioni in poliuretano per l’isolamento possono fare miracoli.

  1. Cambiare gli infissi

Molto spesso pareti e tetto possono essere isolati nel migliore dei modi, ma il calore o il freddo entrano dai vecchi infissi. È necessario quindi scegliere infissi a taglio termico in modo da non rendere vani gli altri lavori di isolamento dell’abitazione.

  1. Controllare l’aerazione

Chiaramente, in qualsiasi periodo dell’anno, è necessario anche arieggiare i locali. Il consiglio qui è di farlo solamente nei momenti in cui gli impianti – di riscaldamento o l’aria condizionata – sono disattivati. Nello specifico, non esiste un momento particolare della giornata in cui questo processo è raccomandato, ma dipende puramente dalle abitudini del padrone di casa.
Questi e molti altri modi sono consigliati per isolare una casa. Se volete saperne di più non esitate a contattare Poliurea Italia, gli esperti degli isolamenti.