Monthly Archive novembre 2019

L’importanza del poliuretano colorabile in tinte RAL

L’importanza del poliuretano colorabile in tinte RAL

Ci sono molti vantaggi nel dipingere l’interno e l’esterno di un edificio. In primis, è il modo più semplice ed economico per rinnovare completamente l’aspetto della tua casa, dandole, nel vero senso della parola, una nuova vernice. Per questo motivo, l’utilizzo del poliuretano colorabile in tinte RAL che rispettino il colore dominante della struttura, è fondamentale. La vernice colorata esterna, nonché il poliuretano colorabile in tinte RAL, possono sicuramente migliorare l’estetica e il fascino di un edificio, ma hanno anche un altro scopo molto importante: proteggere la struttura dagli elementi esterni.

Bisogna tenere a mente che l’esterno di una casa è costantemente esposto a forti venti, pioggia, grandine, neve e sole che batte – anche molto forte durante l’estate. Tutti questi elementi possono compromettere l’integrità del rivestimento, soprattutto se non protetto.

Forse tutto questo non sembra molto allettante, ma ora arriva la parte divertente: scegliere il colore! È possibile scegliere una tinta che farà distinguere l’edificio da quelli vicini, attirando potenziali acquirenti – se ad esempio la casa fosse in vendita o in affitto. Inoltre, il colore di una casa può rispecchiare pienamente la personalità ed il carattere del proprietario, rendendolo a suo agio e facendolo innamorare ogni giorno della sua “casa dolce casa”. Insomma, i colori sono importanti in ogni aspetto della nostra vita e ancora più importanti nel caso della nostra casa.

Per tutti questi motivi, non solo è importante avere il tipo di vernice giusta per pitturare interni ed esterni, ma anche un tipo di poliuretano colorabile in tinte RAL che permetterà di effettuare i lavori di isolamento e di impermeabilizzazione rispettando lo stile dell’edificio.

Pellicola impermeabilizzante per edifici: le tipologie utilizzate nelle diverse fasi

Pellicola impermeabilizzante per edifici

Molti materiali da costruzione presentano sicuramente caratteristiche speciali ma molti di essi non sono propriamente resistenti all’umidità. Pertanto un aspetto molto importante di qualsiasi processo di costruzione è garantire la protezione dei materiali attraverso una pellicola impermeabilizzante per edifici. Il moderno mercato vanta una vasta gamma di pellicole impermeabilizzanti per edifici che permette di proteggere efficacemente le fondamenta, il tetto, le pareti e le strutture dall’effetto dannoso dell’umidità.

Ecco quali sono i vari tipi di pellicola impermeabilizzazione per edifici:

  • Impermeabilizzazione rigida: questo tipo comprende calcestruzzo, metallo, intonaco di cemento, lastre polimeriche.
  • Impermeabilizzazione verniciabile: le moderne pitture o vernici impermeabilizzanti hanno resine e plastiche sintetiche, che creano un’eccellente protezione contro l’umidità.
  • Impermeabilizzazione penetrante: questo tipo di impermeabilizzazione offre una buona resistenza all’acqua nelle strutture in calcestruzzo. Può essere applicato all’inizio del processo di costruzione e nella fase finale. Questo tipo di impermeabilizzante è in grado di penetrare profondamente nella superficie con una struttura porosa.
  • Impermeabilizzazione a spruzzo: la composizione che viene spruzzata sulla superficie è costituita dalla gomma liquida o da una soluzione acrilica.
  • Impermeabilizzazione ad iniezione: di solito viene iniettata nelle fondamenta e nelle pareti esterne di un edificio. La composizione è preparata su base poliuretanica, minerale o epossidica.

Come puoi aver notato, esistono diversi tipi di impermeabilizzazione per edifici ed ognuno di questi può essere utilizzato in una fase diversa durante una costruzione o ristrutturazione. Come sempre vale la regola di rivolgersi a specialisti del settore per sapere quale tipo di pellicola di impermeabilizzazione per edifici rappresenta la scelta migliore.

 

Poliuretano leggero e carrabile a spruzzo: la soluzione ideale per la finitura del legno

Poliuretano e poliurea spray sul blog di Poliureaitalia.it

Uno dei materiali preferiti utilizzati per la finitura del legno e del pavimento è il poliuretano leggero e carrabile a spruzzo. Il motivo dell’utilizzo di questo materiale per la finitura del legno e del pavimento è che offre elevata durata e brillantezza della superficie. Un altro motivo per utilizzare questo è che le vernici realizzate con poliuretano leggero e carrabile a spruzzo possono essere applicate su qualsiasi superficie.

Una delle domande generali che si presentano a molti utenti durante l’utilizzo di questo materiale è come applicare il poliuretano leggero e carrabile a spruzzo? In generale, ci sono vari tipi di questo materiale disponibili sul mercato e noi di Poliurea Italia possiamo spiegarti nel dettaglio tutte le differenze. In base alla formulazione di questo composto e alcuni altri fattori il poliuretano varia. Poiché è disponibile in diversi tipi, anche la spruzzatura di questo materiale differisce. L’uso previsto e le dimensioni del progetto inoltre, determinano il metodo di applicazione e la forma di finitura migliori.

L’applicazione del poliuretano leggero e carrabile a spruzzo dipende dalla superficie su cui viene utilizzato, dalla sua specifica formulazione, dall’esposizione alla luce solare e ad altri elementi. In base a questi, anche gli usi del poliuretano cambiano. In generale, si tratta di un materiale di rivestimento che viene normalmente utilizzato per proteggere le superfici in legno. Una volta applicato offre numerosi vantaggi ed è per questo che la maggior parte delle persone considera il poliuretano leggero e carrabile a spruzzo quando si tratta di lavori di rivestimento in legno.

Se vuoi avere maggiori informazioni su questo materiale e sulla sua applicazione, non esitare a contattarci.

Cosa fare per assicurarsi una impermeabilizzazione resistente agli acidi e idrocarburi

Impermeabilizzazione resistente agli acidi e idrocarburi

Per ottenere una impermeabilizzazione resistente agli acidi e idrocarburi, il poliuretano rappresenta una soluzione in grado di resistere al degrado di un lungo elenco di sostanze chimiche. Questo lo rende adatto a molte applicazioni, soprattutto quelle industriali. La resistenza del poliuretano a sostanze chimiche specifiche dipende dalla sua formulazione. È quindi importante identificare tutti i prodotti chimici che saranno presenti nell’applicazione in modo da poter personalizzare la formulazione per rendere l’impermeabilizzazione resistente agli acidi e idrocarburi, e non solo.

Il test di solito consiste nell’immergere campioni di poliuretano nella sostanza chimica in questione. I test tipici vengono eseguiti a temperatura ambiente e possono durare anche diversi giorni. Il tempo di esposizione, la temperatura, la concentrazione chimica e l’aerazione sono fattori importanti da considerare e potrebbero non essere completamente congrui a quelli che si verificano durante un test standard. Raccomandiamo quindi di effettuare test specifici per l’applicazione in questione.

In generale, il poliuretano di tipo poliestere è più resistente agli olii, ai solventi e agli acidi deboli. Il poliuretano tipo polietere invece, è più resistente all’esposizione all’acqua. Noi di Poliurea Italia siamo in grado di eseguire test che replichino esattamente l’ambiente dell’applicazione, come ad esempio un’impermeabilizzazione resistente agli acidi e agli idrocarburi. Per avere maggiori informazioni non esitare a contattarci.