Monthly Archive aprile 2018

Incapsulare l’Eternit con la poliurea

incapsulamento dell'amianto

Bonifica amianto: incapsulare l’Eternit con la poliurea conviene

Chiunque abbia la necessità di bonificare degli edifici dotati di coperture in Eternit deve spesso affrontare delle spese non indifferenti. I costi per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto, del resto, possono essere molto elevati sia per ragioni procedurali che per l’impiego di misure di sicurezza straordinarie.

Fortunatamente, oggi è possibile affrontare la bonifica delle strutture in amianto con una soluzione più semplice, economica ed ecologica: l’incapsulamento dell’Eternit con la poliurea a spruzzo.

Questa particolare tecnica consente infatti di mettere in sicurezza le coperture contenenti amianto in pochissimo tempo e con una spesa irrisoria, senza ricorrere ad interventi invasivi.

Come incapsulare l’Eternit con la poliurea

La messa in sicurezza delle coperture in Eternit non invasiva prevede l’utilizzo di un primo strato di poliuretano espanso che serve a inglobare le fibre nocive di amianto/asbesto in modo definitivo. Il poliuretano garantisce infatti la formazione di un rivestimento monolitico, isolante e privo di ponti termici, che previene la dispersione delle fibre d’amianto, fungendo al tempo stesso da coibentante per il tetto. La seconda fase dei lavori consiste invece nell’incapsulamento dell’Eternit con la poliurea a spruzzo in modo da garantire la massima protezione della struttura e la sua totale impermeabilità.

Il vantaggio di incapsulare l’Eternit con la poliurea

Incapsulare l’Eternit con la poliurea vuol dire creare un rivestimento duraturo in grado di prevenire la dispersione delle fibre d’amianto garantendo inoltre la massima resistenza sia alle alte che alle basse temperature.

Oltre ai vantaggi derivanti dall’isolamento termico, bisogna considerare la perfetta impermeabilizzazione del tetto e la facilità d’applicazione anche su superfici particolarmente complesse.

L’incapsulamento dell’Eternit con la poliurea a spruzzo permette inoltre di abbattere i costi per la manodopera e lo smaltimento del cemento amianto, riducendo di conseguenza anche l’impatto sull’ambiente.

Incapsulare l?eternit con la poliurea

Incapsulare l?eternit con la poliurea

Incapsulare l?eternit con la poliurea

Incapsulare l?eternit con la poliurea

Poliurea per rivestimento bagni pubblici

Poliuretano e poliurea spray sul blog di Poliureaitalia.it

[p]La poliurea per il rivestimento dei bagni pubblici è solo uno dei campi di applicazione che può trovare questo particolare elastomero dalle proprietà isolanti. Grazie alla competenza del suo team di lavoro ed all’esperienza accumulata in oltre vent’anni di attività, l’azienda Poliurea Italia è in grado di gestire questa tecnica di impermeabilizzazione in tutta sicurezza e convenienza. La caratteristica più importante che rende la poliurea ideale per rivestire superfici di diverso tipo, destinate sia ad un uso civile che industriale, è rappresentata proprio dalla sua elasticità.[/p]

[h2]Caratteristiche del materiale[/h2]

[p]Le proprietà chimiche e fisiche della poliurea permettono di risolvere il problema di scarso isolamento delle superfici. Rivestire queste ultime con poliurea a spruzzo significa in altre parole garantire una notevole protezione contro eventuali infiltrazioni d’acqua ed eccessiva umidità. Si comprende pertanto quanto indicato sia l’uso della poliurea per il rivestimento dei bagni pubblici, le cui pareti perimetrali devono poter godere di un buon livello di impermeabilizzazione. Non meno essenziale ai fini di questo particolare utilizzo è la resistenza che la poliurea presenta nei confronti degli acidi.[/p]

[h2]Tempi e modalità di applicazione della poliurea[/h2]

[p]I tempi di applicazione della poliurea per il rivestimento dei bagni pubblici possono dirsi estremamente rapidi. Grazie all’utilizzo di appositi macchinari di ultima generazione, infatti, l’azienda Poliurea Italia è in grado di completare le operazioni di rivestimento di ogni tipo di superficie in poco tempo, garantendo un lavoro efficiente oltre che impeccabile dal punto di vista estetico e qualitativo. Con la tecnica della poliurea a spruzzo, il prodotto aderisce alla perfezione su ogni parte della superficie che si intende trattare, senza lasciare nessuno spazio scoperto. Circa sei secondi sono sufficienti per ottenere il completo indurimento del prodotto, garantendo così un’applicazione rapida ed efficiente della poliurea per il rivestimento dei bagni pubblici.[/p]

Impermeabilizzazione muri esterni

Impermeabilizzare parete esterna sul blog di Poliureaitalia.it

L’importanza dell’impermeabilizzazione dei muri esterni

Impermeabilizzare i muri esterni vuol dire prendersi cura della propria casa prevenendo danni estetici e strutturali con conseguenti sprechi di denaro.

Rendere i muri esterni impermeabili significa non solo proteggerli dall’umidità e dalle infiltrazioni d’acqua, ma anche prevenire l’erosione dell’intonaco e la formazione di muffe e funghi sulle pareti.

In questo modo è possibile valorizzare la propria casa sia dal punto di vista estetico che funzionale, risparmiando tempo e denaro sul medio/lungo termine grazie alla pressoché totale assenza di manutenzione.

La poliurea a spruzzo nell’impermabilizzazione dei muri esterni

Un ruolo fondamentale per l’impermeabilizzazione dei muri esterni è svolto dalla poliurea a spruzzo, un’innovativa tecnica di rivestimento che consente di isolare le pareti controterra dalle infiltrazioni e dalla condensa.

Grazie ad essa si può quindi evitare di ricorrere a pesanti lavori di impermeabilizzazione strutturale, che necessitano spesso di interventi invasivi e particolarmente costosi.

Non a caso, la poliurea a spruzzo rappresenta la soluzione più richiesta per l’isolamento delle pareti esterne, in particolare laddove sussistano le condizioni scatenanti per fenomeni di capillarità e umidità di risalita.

Impermeabilizzazione dei muri esterni con la poliurea: i vantaggi

La poliurea a spruzzo è una resina isolante a base di poliuretano espanso che si applica direttamente sulle superfici dei muri esterni in modo facile e  veloce. Lo strato di poliurea si asciuga rapidamente senza colare o lasciare residui antiestetici, inoltre previene la formazione di muffe e funghi sulle pareti in modo naturale e senza la necessità d’interventi esterni.

Fra gli ulteriori vantaggi offerti dall’impermeabilizzazione dei muri esterni con la poliurea a spruzzo vi è il risparmio sui costi di manutenzione delle pitture murarie. Applicando un rivestimento isolante in poliuretano sui muri perimetrali si può infatti evitare il ricorso alle pitture esterne e, soprattutto, il rifacimento periodico dell’intonaco a seguito delle infiltrazioni d’acqua

Impermeabilizzazione vasche in vetroresina con poliurea

impermeabilizzazione vasche

L’efficacia dell’impermeabilizzazione delle vasche in vetroresina con la poliurea

Elastomero che si connota per le eccezionali caratteristiche di elasticità e di resistenza alla rottura e ai fenomeni di abrasione, la poliurea può essere impiegata con efficacia e con la garanzia della massima durabilità per l’impermeabilizzazione delle vasche in vetroresina che, per loro intrinseca natura, sono soggette ad infiltrazioni imputabili al deterioramento della superficie. L’impermeabilizzazione delle vasche in vetroresina con la poliurea concretizza, pertanto, la soluzione più performante per l’isolamento di questa tipologia di materiale. Azienda leader specializzata nell’impermeabilizzazione, Poliurea Italia propone e realizza su tutto il territorio nazionale sistemi impermeabilizzanti all’avanguardia che trovano proprio nella poliurea a spruzzo il loro valore aggiunto.

I vantaggi dell’impermeabilizzazione delle vasche in vetroresina con la poliurea

Sono molteplici i vantaggi che fanno da cornice all’impermeabilizzazione delle vasche in vetroresina con la poliurea. Grazie alle sue inimitabili caratteristiche chimico-fisiche, la poliurea aderisce perfettamente alla vasca in vetroresina, scongiurando il rischio di camminamenti dell’acqua al di sotto della membrana che, infatti, si presenta continua e senza giunzioni. Priva di solventi, certificata per stare a contatto con liquidi potabili e resistente agli shock termici, la poliurea è garanzia di velocità nella posa, di rapidità nella sigillatura e di una perfetta impermeabilità in controspinta.

Un’ampia gamma di campi di applicazione per la poliurea a spruzzo

La poliurea svela la sua versatilità d’uso. Oltre che per l’impermeabilizzazione di vasche in vetroresina, la poliurea trova impiego in tutti i settori dell’edilizia civile ed industriale per l’isolamento dei più diversi substrati. Tra le superfici che possono essere trattate ed impermeabilizzate con efficacia e rapidità grazie alla poliurea non possono non citarsi i tetti piani ed inclinati, i lastrici solari, le coperture di edifici civili ed industriali, le strutture interrate, terrazze e balconi, i parcheggi carrabili, le opere idrauliche, ponti, viadotti e gallerie, piscine e serbatoi, giardini pensili e vecchie guaine bituminose.