Monthly Archive settembre 2016

Impermeabilizzazione muri controterra con poliurea a spruzzo

Impermeabilizzazione muri controterra sul blog di Poliureaitalia.it

Proteggi i tuoi ambienti senza stravolgerli

I muri controterra, essendo un’opera muraria direttamente a contatto con il terreno, risentono particolarmente dell’umidità e dei danni causati da questo fenomeno. L’impermeabilizzazione muri controterra, quindi, rappresenta un intervento indispensabile da eseguire con grande attenzione per evitare che i muri si deteriorino in breve tempo. L’aspetto più importante da prendere in considerazione è la tipologia di rivestimento da applicare, che deve assicurare elevata resistenza e massima durata nel tempo. La poliurea a spruzzo rappresenta una soluzione perfetta sia per quanto riguarda la facilità di applicazione sia per le caratteristiche del materiale in sé.

Impermeabilizzazione con poliurea a spruzzo

La poliurea è un’elastomero resistente, durevole ed elastico: queste caratteristiche lo rendono perfetto per l’impermeabilizzazione muri controterra, un’opera sulla quale si può intervenire difficilmente una volta terminata la costruzione. La poliurea a spruzzo viene applicata in maniera agevole e rapida anche sulle superfici più complesse. Inoltre, grazie ai tempi di reazione ridotti a pochi secondi, la posa in opera è sorprendentemente rapida. La poliurea resiste all’azione dell’acqua e impedisce infiltrazioni nei muri. Questo rivestimento, al tempo stesso, protegge la superficie sottostante dall’azione di acidi e di altre sostanze nocive.

Impermeabilizzazione muri controterra: vantaggi della poliurea

La facilità di intervento è solo uno dei tanti vantaggi offerti dalla poliurea. Questo materiale, infatti, conserva nel tempo la sua elasticità e impedisce la formazione di condensa, umidità e altri fenomeni che possono danneggiare i muri controterra: l’applicazione di poliurea spray, quindi, rappresenta una strategia vincente anche sul lungo periodo. Infine, le peculiarità del materiale, dalla resistenza all’abrasione alla possibilità di entrare in contatto con l’acqua potabile, rendono la poliurea versatile e idonea agli usi più disparati. Nei muri controterra, il rivestimento in poliurea garantisce la qualità e la durata nel tempo dell’opera edile.

Isolamento a spruzzo e impermeabilizzazione: per saperne di più

Isolamento spruzzo sul blog di Poliureaitalia.it

Isolamento sigillante per tutti gli scopi

L’isolamento di superfici edili può avere diverse funzioni; la più comune è l’isolamento dall’umidità, dalle acquee sotterranee e da quelle meteoriche, cioè l’impermeabilizzazione. Però anche l’isolamento termico e quello acustico sono molto importanti. Le superfici da isolare possono essere quasi tutti gli elementi di un edificio: dalle fondamenta, con l’isolamento delle pareti contro terra, fin su al tetto. Si possono infatti isolare sia le superfici esterne come tetti e terrazzi, che il sottotegola e le solette dei sottotetti. E senza dimenticare l’isolamento e la coibentazione delle pareti esterne ed interne, e dei pavimenti e soffitti. In tutti questi casi, naturalmente, l’isolamento a spruzzo più efficace è quello più completo. Un materiale che non lascia vie di infiltrazione, che non crea ponti termici, insomma, che sigilla completamente la superficie da isolare, è la scelta migliore.

L’isolamento in poliurea

La poliurea è un elastomero bicomponente. Ciò significa che può essere applicata con flessibilità grazie a vari sistemi a spruzzo, adattandosi perfettamente ad ogni tipo di superficie finché è allo stato liquido. Ma, appena si asciuga, diventa uno strato monolitico unico, solido, ed estremamente resistente. Il materiale, infatti, è molto tenace. Risulta anche calpestabile e carrabile perché impervio all’abrasione ed all’usura. Resiste, ovviamente, alle intemperie, a parassiti e microrganismi, ed ha persino buone caratteristiche di resistenza alla corrosione. Soprattutto, ha una struttura a celle chiuse che lo rende completamente impermeabile all’acqua, ma al tempo stesso consente la traspirazione, evitando quindi la formazione di condense all’interno della zona impermeabilizzata.

Isolamento a spruzzo e impermeabilizzazione con poliurea

L’isolamento a spruzzo presenta significativi vantaggi dal punto di vista procedurale. Infatti, è possibile usare questo materiale sia su strutture nuove che già esistenti, anche senza dover rimuovere rivestimenti ammalorati. La poliurea può infatti essere spruzzata su qualsiasi tipo di substrato. Addirittura è possibile coibentare dall’interno capannoni o stalle, in brevissimo tempo. Da non trascurare, infine, il vantaggio strutturale del peso alquanto contenuto rispetto ad altre soluzioni di coibentazione e impermeabilizzazione.

Impermeabilizzazione copertura piana: i vantaggi della poliurea

Impermeabilizzazione copertura piana sul blog di Poliureaitalia.it

In che cosa consiste l’impermeabilizzazione

L’impermeabilizzazione di una copertura piana è un intervento che consente di isolare terrazze, balconi e altre superfici che devono essere protette dall’acqua e dall’azione di agenti esterni. Impermeabilizzare uno spazio è fondamentale sia per evitare possibili danni, ad esempio a eventuali impianti elettrici, sia per assicurare una maggiore durata nel tempo dell’opera edile nel suo complesso. L’operazione di impermeabilizzazione può essere effettuata utilizzando diversi materiali tra i quali spicca la poliurea, un elastomero particolarmente resistente agli agenti atmosferici.

Impermeabilizzare con la poliurea

L’impermeabilizzazione della copertura piana viene realizzata spruzzando la poliurea ad alte temperature: il materiale reagisce in maniera immediata, in genere nei primi cinque secondi, andando a ricoprire ogni spazio in maniera uniforme. Questa tecnologia innovativa, quindi, consente di creare una superficie impermeabile continua e di risolvere problematiche di vario genere, dall’eliminazione delle infiltrazioni alla necessità di proteggere elementi delicati. La superficie del rivestimento può variare dai 2 ai 3 millimetri e si adatta ai contesti più disparati; tanto in ambito civile quanto nel settore industriale, la poliurea rappresenta una vera e propria risorsa per l’impermeabilizzazione.

Impermeabilizzazione copertura piana: i vantaggi della poliurea

I vantaggi offerti dalla poliurea riguardano sia la posa in opera sia le performance garantite nel corso del tempo. I tempi di indurimento ridotti, innanzitutto, consentono di intervenire in qualsiasi luogo anche all’ultimo momento; la versatilità del materiale lo rende adatto a qualsiasi tipo di lavorazione edile, dalle coperture facili da rivestire agli interventi più complessi. Grazie alla sua elevata elasticità, inoltre, la poliurea è in grado di garantire un’elevata resistenza anche a lungo termine. Tra i vantaggi offerti da questo materiale, infine, non bisogna dimenticare il potere isolante sia dal punto di vista acustico sia dal punto di vista termico.

Cerficazione della poliurea per liquidi potabili: quali sono i vantaggi?

Certificazione della poliurea sul blog di Poliureaitalia.it

Proteggi i tuoi ambienti senza stravolgerli

La poliurea è un elastomero resistente e versatile che offre innumerevoli vantaggi nel campo dell’impermeabilizzazione e in molti altri settori. Una delle caratteristiche più importanti è senza dubbio la certificazione della poliurea per il contatto con i liquidi potabili. In altre parole, un rivestimento in poliurea può essere preso in considerazione per superfici che entrano in contatto con l’acqua potabile: questo materiale, infatti, non interagisce e non influisce in alcun modo sulle caratteristiche del liquido. Grazie alla certificazione ufficiale, la poliurea può essere utilizzata per vasche, celle frigorifere e molte altre superfici utilizzate nell’industria alimentare e in altri settori.

Opere di impermeabilizzazione con poliurea

Un intervento di impermeabilizzazione con poliurea può essere eseguito e portato a termine in tempi ridotti. Dopo aver spruzzato il materiale, infatti, è sufficiente attendere pochi secondi affinché si formi un rivestimento omogeneo: il sottile strato di poliurea ricopre uniformemente l’intera superficie e assicura un beneficio immediato per quanto riguarda la protezione da acidi, agenti atmosferici e umidità. La rapidità di indurimento della poliurea, inoltre, consente di proseguire immediatamente i lavori o di utilizzare subito la superficie impermeabilizzata. In altre parole, dopo aver creato uno strato di poliurea, è possibile far fluire l’acqua potabile senza dover attendere e senza preoccuparsi di eventuali pericoli.

Certificazione della poliurea per liquidi potabili: principali vantaggi

Uno dei vantaggi più significativi offerti dalla poliurea è senza dubbio la sicurezza. La certificazione per il contatto con i liquidi potabili, nello specifico, elimina qualsiasi rischio legato alla contaminazione dell’acqua con la poliurea stessa: questo elastomero, infatti, può entrare a contatto il liquido senza determinare alcun tipo di cambiamento. La certificazione ufficiale, in conclusione, offre una garanzia e tutela sia chi esegue l’opera di impermeabilizzazione sia chi richiede questo intervento, risolutivo sotto molteplici punti di vista.